Lo Zoo di Louis Vuitton

Si è appena concluso a Milano il Salone del Mobile, su cui ho già tra le bozze qualche articoletto, ma prima voglio parlarvi di un evento unico ed eccezionale che si è svolto in occasione di questo splendido evento dove più che mai moda e design si mescolano generando magnifiche creazioni.
Parlo della mostra Maroquinaris Zoologicae tenutasi presso la boutique di Louis Vuitton in via Montenapoleone a Milano, che sancisce l’incontro tra la storica maison di pelletteria e l’artista-artigiana londinese Billie Achilleos.
In occasione del 100° anniversario e per innaugurare l’evento milanese del Salone del Mobile, Louis Vuitton ha scelto celebrare il suo stile mostrando ben 30 animaletti molto preziosi e particolari.

cobra – camaleonte

Partendo da accessori di piccola pelletteria Louis Vuitton, quali potramonente, cinture, borse, portachiavi e necessaire, Billie Achilleos ha creato bizzarre creature ispirate al mondo animale: il castoro, il camaleonte, la cavalletta, lo scoiattolo, il gatto, il gufo, la rana, il serpente, il granchio, l’anatra, il gallo e molti altri ancora, per rendere omaggio al savoir-faire e alla tradizione artigianale della maison da cui da più di cento anni nascono pregiati e originali accessori, caratterizzati inoltre dall’inconfondibile marchio.
Le creazioni dell’artista sanciscono ancora una volta il legame molto caro a Louis Vuitton, tra la tradizione artigianale che risale al 1854 e l’arte contemporanea.

marmotta – scoiattolo
topolino

uccellini

Laureata al Wimbledon College of Art nel 2007, la londinese Billie Achilleos nega di essere un’artista. “Faccio cose difficili da classificare”. “Leggere, divertenti e un pò strane.” “Sono il genere di persona che vede quadri nelle nuvole del cielo o nelle bolle di sapone nella vasca da bagno”, spiega ancora. 
Spesso penso di vedere dei volti nei fiori della tappezzeria. Quando ho iniziato a lavorare su questo progetto, sono entrata in un negozio Louis Vuitton cercando animali nelle borse. Come se fossero già lì e fosse solo questione di aprire gli occhi per rendersi conto che un portachiavi in Damier Graphite era, in effetti, la zampa di un castoro. O che un altro accessorio in tela Monogram era la zampa di una cavalletta. Non c’è nessun disegno prestabilito. Un momento c’è una pila di borse o di piccoli oggetti di pelletteria davanti a me, qualche ora più tardi c’è una rana.”
Già nel 2010 sempre per Louis Vuitton l’artista ha creato una ventina di animali, sempre realizzati con accessori di piccola pelletteria, racchiusi in barattoli di vetro ed esposti nelle vetrine londinesi della maison di New Bond Street e poi presentate da Louis Vuitton sulla 5th Avenue a New York, una collaborazione di così tanto successo da averla riproposta per questo evento.

coniglio – gatto
cane
riccio – mosca
scoiattolo – rana

Questi simpaticissimi animaletti non sono in vendita e son rimasti in mostra dal 16 al 22 Aprile quindi per tutta la durata del Salone del Mobile
Sicuramente ne valeva la pena vedere queste stupende creature, un piccolo zoo creato da un’artista immaginaria ma reso unico anche dalla tradizionale trama del brand della maison su ognuno di loro.

cavalletta
granchio
oca
pesci





fonte foto: style.it
blog Billie Achilleos: blog.billieachilleos.co.uk





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*