Moda Eco-friendly

H&M Conscious Collection 2016 e nuovi abiti da sposa

H&M presenta i nuovi abiti da sposa della linea Conscious Collection per le spose che voglio vestire low cost.

hm conscious collection - camicia e gonna pizzo

L’impegno “conscious“ di H&M, brand svedese di abbigliamento low cost, continua con la nuova collezione pensata per la Primavera 2016, senza dimenticare le parole chiave: abiti prodotti con materiali sostenibili a prezzi abbordabili. Fanno parte di questa collezione quelli che molti considerano i nuovi modelli di abiti da sposa del brand. Vi presento la Conscious Collection 2016 di H&M.

(altro…)

Post per Dress-Art #1 – WeWood: orologi in legno al 100% naturale

Con immensopiacere oggi inizia la mia vera e propria collaborazione con il blog di Dress-Art,così posso finalmente svelarvi il progetto di cui faccio parte.

Acollaborare con me ci sono altre 3 blogger e l’idea è quella di revisionare 4prodotti diversi di uno stesso brand, proprio per far emergere damaggiori angolazioni il brand in questione, per poi riunire in un unicoarticolo le nostre recensioni.
Questoprogetto parte con un azienda italiana che unisce alla bellezza e qualitàdei suoi prodotti un idea ecologica al 100%, ovvero quello dellasalvaguardia del pianeta. Sto parando di WeWood e dei suoi orologi in legno.

WeWood è un branditaliano che unisce l’abilità italiana nel costruire orologi davvero unici eparticolari all’attenzione di una maggior accorgimento per il nostro pianeta.Nato a Firenze nel 2010 è possibile definirlo come emblema del eco-luxury edel design, in quanto realizza orologi con legno al 100% naturalee privo di materiali tossici. Ma oltre alla raffinatezza degli orologic’è molto di più.
Loslogan dell’azienda è  “Contribuisci allasalute del nostro Pianeta, Yes, We WOOD!”. Infatti, per ogni orologioacquistato, un albero viene piantato, il che si pone in modofavorevole per la natura e sicuramente dona una maggiore stimolo all’acquistodel prodotto stesso. Grazie infatti alla One Tree Campaign, WeWood collabora con L’American Forests e Treefor the Future per piantare l’albero ogni qual volta un orologio vieneacquistato, un modo per rigenerare la natura.

 
WeWood realizza sia modellifemminili che maschili, seppure posso essere indossati indifferentementeproprio per la particolarità degli orologi, davvero a mio avviso uno più bellodell’altro.

Ilmodello che ho scelto è DATE color chocolate. Che dire, lacura nei dettagli e dei particolari mi ha fatto subito innamorare di questoorologio non appena ho aperto la busta di spedizione del corriere. Si, perchèanche il packaging di ogni singolo orologio è ben curato edeco-bio perché al 100% riciclabile e realizzata con il 90% di materialericiclato.

Ogniorologio è disponibile in diversi colori, ognuno realizzato con un legno diverso.Il legno di cui è fatto l’ orologio che ho scelto nel color chocolate  è l’Indian Rosewood – Dalbergialatifolia, un legno molto resistente e lucido, striato con sfumature di violae rosso, così che dona ad ogni pezzo il suo colore unico.

Lacosa che più mi ha colpito del mio DATE è la leggerezza nell’indossarlo,al polso nemmeno si sente, non dà per nulla fastidio, sembra davvero di nonavere niente addosso. Inoltre, come ho già detto i dettagli son ben curati, le incisionisono davvero precise e donano all’orologio una bellezza particolare, sia sullaghiera fissa che sulla parte posteriore dell’orologio, dove è inciso l’alberodel logo del brand, davvero molto bello.
Mi son divertita a combinarlo con i bracciali di CREAttiva e MuSis sui toni dell’arancione, per donargli un look più fresco e sbarazzino, ma devo dire che anche indossato da solo l’orologio al polso sta molto bene, ideale per un look da giorno, sportivo ma anche più glamour.
 
 


Sequesto orologio vi piace e il brand vi ha colpito, date un occhiata anche alle recensionidegli altri modelli nei blog delle altre ragazze che, con me,  fanno parte del progetto, ovvero, Antonella di The fashion victim by Antonella Basile, Camilla di Paillettes&Champagne e Sara di Non solo Shopping ma andate a leggere anche l’articolo sul blog di Dress-art, che riunisce tutte le nostre review degli orologi.
Sono molto onorata di far parte di questo progetto, e quindi ringrazio ancora una volta chi c’è dietro il blog di Dress-Art per avermi invitato e reso partecipe, ma anche le altre ragazze che hanno deciso di collaborare. Inoltre ringrazio WeWood aver accettato la collaborazione.

In queste foto ho indossato:
orologio: WeWood
bracciale borchie: CREAttiva
bracciale catena: MuSis
anello: binirica
cardigan: no brand
pantaloni: promod
stiavetti stingati: blox

Ps: Vedete le pietruzze nere che ci son nel prato?E’ il ricordino che qualche giorno fa ci ha lasciato la nostra splendida Etna in eruzione.
Che ne pensate di questo orologio e di questo brand così ecologico?
Attendo, come sempre, i vostri preziosi commenti.
*KiSsEsS*

TO BE: la moda apre alla green philosopy

Oggi voglio tornare a parlarvi di un brand italiano che produce splendide borse ed accessori di cui vi ho parlato qualche mesetto fa, ovvero il marchio fiorentino To Be G, ottimo rappresentante del made in italy
Ve ne riparlo in questo brevissimo articoletto per darvi un bella informazione, bella sia dal punto di vista fashion, ma soprattutto bella sia dal punto di vista della green philosopy.

Come avevo già ampliamente descritto nel precedente articoletto, dietro il brand fiorentino To Be G è rinchiuso sapore antico della grandissima artigianalità italiana e la modernità di prodotti dal design funzionale e contemporaneo. 

Ma c’è un importante novità che non deve essere sottovalutata, che spero possa essere d’esempio per una maggiore attenzione a questi temi. 
L’ imprenditore/stilista del brand fiorentino TO BE Simone Vannuzzi, specializzato in abbigliamento per una donna moderna, contemporanea e metropolitana, ha creato la sua prima capsule collection di abbigliamento che presenterà alla Fahion Week di New York, creata interamente con tessuti ecologici, ricavati da filati ricavati dal bambòò, dai cereali, ananas, ginestra, sisal, per una collezione all’insegna del minimalismo di materiali e forme.  
La collezione rispecchia l’animo innovativo e giovane dello stilista , che unisce antiche tradizioni con materiali innovativi. Anche i colori sono di origine naturale, vegetale o animale, ed hanno forte connotazione ecologica in quanto si ricavano da coltivazioni rinnovabili, che hanno inoltre tollerabilità in caso di allergie.

In una intervista sulla capsule collection ispirata alla green pholpsophy Simone Vannuzzi ha dichiarato: “Ho fatto mio il concetto di Le Corbusier in cui l’uomo, con le sue proporzioni, è il referente assoluto di qualsiasi creazione artistica, per cui, concretizzando il concetto, nasce una linea green philosophy, la ricerca di fibre naturali e rare che, nell’antichità crescevano spontanee e oggi uso nella produzione attraverso tecniche tessili all’avanguardia, tutte peraltro prodotte dai nostri tecnici a Prato, in armonia etica ed estetica con la natura. Fibre come il bamboo, i cereali, la canapa, l’ortica, il loto, ananas, banana, sisal danno effetti speciali, una textura morbida e lucente come la seta, servono a moltiplicare le possibilità creative attraverso la ritorcitura, densità e finitura del filo filato. Il prodotto ottenuto è stato recepito con entusiasmo dai buyers USA ad una prima presentazione flash in ottobre”.

 
Beh, allora non resta che aspettare Febbraio e la Fashion Week di New York per vedere questa bella e buona collezione. I presupposti ci sono tutti, un ottimo marchio e uno ottima filosofia..e già questo mi piace.
E voi che ne pensate??
Aspetto come sempre i vostri dolcissimi commenti.

*KiSsEsS*



1 2